I sistemi dei Beni Culturali in Puglia

Descrivere un territorio è un’operazione complessa, che parte dallo studio delle sue caratteristiche geofisiche e ambientali, passa per l’indagine della struttura demografica, per giungere all’analisi dell’identità culturale.

Descrivere la Puglia di oggi significa cogliere il cambio di passo che negli ultimi anni ha caratterizzato l’approccio innovativo al recupero e alla tutela dei suoi beni culturali, artistici e architettonici: un approccio sistemico, che ha permesso di intervenire su ogni singolo bene in quanto parte di una filiera culturale.

L’idea di rete, che permette di valorizzare e rendere finalmente fruibili beni culturali, in Puglia è oggi una realtà. Grazie a fondi europei, nazionali e regionali, è stato possibile riportare allo splendore cattedrali, teatri, musei, biblioteche, recuperare archivi, aree archeologiche, complessi monumentali, creando e consolidando altrettanti sistemi culturali.

Ognuno di questi sistemi è in grado di rendere disponibili, in una rete virtuale o telematica, beni e servizi a vantaggio di un pubblico potenzialmente vastissimo. E di  rappresentare, al contempo, un nuovo e potente fattore di attrattività turistica e un’occasione di sviluppo economico del territorio. Una nuova geografia culturale.